Signore e signori, è arrivata la bella stagione!

pubblicato il in Liposuzione laser

Ebbene sì. Il caldo pare sia ufficialmente arrivato e ciò significa soltanto una cosa: prova costume.
Le palestre si riempiono come centri commerciali in tempo di saldi; i parchi si popolano di gente in divisa da corridore professionista; le farmacie addobbano le vitrine di innumerevoli promesse per raggiungere la forma della Modella sul manifesto di turno; i giornali regalano guide di vita sana di ogni genere; i centri estetici espongono fieri pacchetti dimagrimento con macchinari che già nel nome garantiscono risultati altrimenti irraggiungibili.
In netto vantaggio, il mondo del web si scatena nel dispensare consigli sui metodi più rivoluzionari per perdere peso in breve tempo e senza alcun tipo di fatica, sostenuto dai social che si popolano di personal trainer, coach, nutrizionisti e innumerevoli testimonial di beveroni miracolosi, consentendo all’utente un approccio ancora più interessato al virtuale perchè sempre più simile al reale e, di conseguenza, verosimilmente dotato di una qualche forma di credibilità potenzialmente tangibile.

 

 La domanda è: cosa cerchiamo?

Cerchiamo di mostrarci nel modo migliore possibile, oltre che di dimostrarci che possiamo prenderci cura di noi, sperando nel miglioramento il più possibile immediato.

 

 Come si comportano la Medicina e la Chirurgia Estetica in questo periodo?

Esattamente come un vero e proprio outlet del benessere.
Quando l’utente approccia a questo mondo per ottenere la forma fisica degna di mostrarsi al primo caldo, ha le stesse pretese che manifesta per gli altri settori: risultati immediati e pochi sacrifici.
Anche in questo caso, la scelta risulta ardua e mai esaustiva: l’eccesso di informazione porta alla confusione più totale. Si finisce nei forum di settore, dando il via ad un arduo lavoro di selezione.

 

 La scelta

Una volta di fronte a poche opzioni, si procede alla valutazione della proposta economica, elemento determinante, anche a scapito, spesso, della qualità del prodotto.
Per alcuni, invece, la maggiore spesa è indice di qualità e sicurezza, per altri la svendita è sinonimo di strategia del mercato odierno, ugualmente valida se comprovata da recensioni positive, e, dunque potenzialmente sicura.
Il fattore onestà non viene contemplato se non in una fase successive: la ricerca di informazioni sulla realtà che propone un dato servizio.Da questo momento, il fattore immagine ha una grossa importanza: parlo del sito web. Il biglietto da visita che determina in altissima percentuale la scelta del prodotto.
Nell’ambito della Medicina e della Chirurgia Estetica, la testimonianza del prima e dopo un trattamento, sono fondamentali per l’utente, che, una volta incuriosito, approda nel mondo social legato alla realtà cui vorrebbe affidarsi.
Anche questo passaggio merita interesse: di fronte a noi persone concrete, che si mostrano come in una televendita di Mastrota, che si rendono familiari ancor prima di conoscerle, ottenendo credibilità condivisa.
Una volta sviscerati gli indizi come detective di livello, si passa alla fase conoscitiva: il vero ago della bilancia.

 

 Dal virtuale al reale

Si studia scrupolosamente l’accoglienza del primo contatto telefonico, che tende a condizionare l’utente destando possibili aspettative sul tipo di incontro.
L’incontro si vive a partire dalla praticità nel raggiungere il luogo; al quartiere e alle comodità ad esso connesse.
La location determina l’approccio dell’utente, che cercherà una qualche forma di familiarità con l’ambiente per sentirsi a proprio agio.
La fase decisiva sta nell’incontro: il professionista gioca un ruolo fondamentale nella scelta dell’utente.
Si tratta di un utente preparato, che chiede cose di cui, a volte, conosce la risposta, per valutare la preparazione di chi ha di fronte; mette in dubbio la proposta per avere conferme; cerca rassicurazione, trasparenza, professionalità.

 La soluzione

Non esiste, poichè è innegabile la moltitudine di personaggi impreparati che, in un mondo virtuale, sa vendersi come il migliore del settore. Così come i prodotti in commercio si spacciano come miracolosi elisir di bellezza!
Ma una raccomandazione va fatta: non sottovalutiamo la fase conoscitiva vera e propria. E’ assolutamente vantaggioso approfittare della possibilità di ottenere informazioni attraverso molteplici canali, per conoscere ciò che ci viene proposto prima ancora di esporci in un colloquio, ma cerchiamo di indirizzarci verso realtà professionali, che insegnano, nei fatti, che, soprattutto per quanto riguarda i chili di troppo, nulla si ottiene senza costanza e sacrificio.