Domande e risposte
clicca le domande per visualizzare le risposte


Liposuzione cosce interne

Quali sono i benefici del linfodrenaggio manuale a seguito dell’intervento di liposuzione alle cosce anteriori?

Lipolasersystem, oltre a proporre un metodo innovativo di liposuzione, si prende cura del paziente in fase post operatoria con delle sedute di linfodrenaggio manuale studiato appositamente per la tecnica in questione. Il linfodrenaggio, infatti, eseguito secondo specifiche manovre, consente di velocizzare i tempi di recupero dalla liposuzione alle cosce anteriori, rendendo completo il percorso verso una nuova ed armoniosa forma della gamba. Questo tipo di massaggio favorisce il drenaggio, la retrazione dei tessuti, la scomparsa di eventuali lividi postoperatori e lo scioglimento di eventuali aderenze. Il linfodrenaggio è espressamente consigliato dal Chirurgo in fase di visita conoscitiva. Per la liposuzione delle cosce anteriori si consiglia un ciclo di dieci sedute a cadenza settimanale.

l metodo Lipolasersystem per la liposuzione delle cosce anteriori, richiede tempi di recupero piuttosto rapidi. Dopo uno o due giorni di riposo, infatti, è possibile tornare alla propria attività lavorativa. Per quanto riguarda l’attività fisica, invece, è consigliato attendere almeno 15-20 giorni dall’ntervento di liposuzione alle cosce anteriori. Il Chirurgo consiglia sempre di iniziare a fare delle passeggiate già dopo due giorni.

Il linfodrenaggio consigliato nel post intervento è un particolare massaggio studiato appositamente per il metodo Lipolasersystem e, per quanto la paziente sia assolutamente libera di scegliere se farlo o meno, il Chirurgo consiglia delle sedute, specie per una zona particolarmente soggetta a flaccidità cutanea. Il linfodrenaggio post operatorio, va eseguito a distanza di almeno 7 giorni dall’intervento di liposuzione alle cosce interne, e ha la funzione di velocizzare la guarigione dall’intervento di liposuzione delle cosce interne e favorire l’aderenza dei tessuti.

Dopo uno o due giorni di riposo dall’intervento di liposuzione alle cosce interne, è possibile riprendere la normale attività lavorativa, l’attività fisica dopo 15-20 giorni e le passeggiate già dopo due giorni, apprezzando praticamente da subito l’assenza di quel fastidioso sfregamento dovuto all’eccesso di grasso nella zona.

La fase chirurgica dell’intervento di liposuzione alle cosce interne con metodo Lipolasersystem ha una durata di circa 45 minuti. Il paziente, a seguito del colloquio post operatorio con il Chirurgo, può tornare tranquillamente a casa.Si raccomanda, soprattutto in caso di leggera sedazione, di venire accompagnati.

Liposuzione glutei

IL LINFODRENAGGIO DOPO LA LIPOSUZIONE AI GLUTEI E’ FONDAMENTALE?

Il linfodrenaggio manuale di Vodder è una particolare tecnica di massaggio che permette il drenaggio linfatico dai tessuti. La tipologia di massaggio messa a punto per velocizzare i tempi di guarigione a seguito dell’intervento di liposuzione con metodo Lipolasersystem, ha caratteristiche esclusive perché studiate appositamente per questa tecnica. La tecnica con cui si esprime il linfodrenaggio di Vodder, è basata su una precisa manualità, applicata sul corpo del paziente con “tocchi”, movimenti circolari o a pompa che, modificando la pressione dei tessuti, permettono alla linfa una migliore circolazione. La pressione manuale non supera i 30-40 mmHg e può variare in base ai distretti corporei o in presenza di edemi. Gli effetti del linfodrenaggio di Vodder e i benefici postoperatori: Elimina le stasi di liquidi interstiziali, causa di gonfiori; Accellera il processo di cicatrizzazione; Restituisce l’equilibrio idrico alle zone disidratate; Produce un effetto rilassante sull’organismo in generale; Stimola la microcircolazione; Stimola il drenaggio dell'interstizio, favorendo lo spostamento di liquidi, proteine e cellule immunitarie e l’eliminazione di cataboliti e scorie varie, a beneficio della circolazione dei tessuti. La peculiarità del massaggio messo a punto per favorire il recupero a seguito della liposuzione con metodo Lipolasersystem, oltre a rispettare tutti i parametri e, di conseguenza, gli effetti del linfodrenaggio di Vodder, sta nell’avvalersi di movimenti studiati appositamente per sciogliere eventuali aderenze e arrivare ad un’ottimale guarigione a fine ciclo. Sono molte le pazienti che a seguito della liposuzione ai glutei pensano di non volersi sottoporre al ciclo di massaggi postoperatorio, perché non ne comprendono l’importanza, ma, una volta iniziato il ciclo, si ricredono immediatamente. Per quanto riguarda i glutei, il massaggio viene effettuato prima su tutta la gamba e poi si concentra sulla zona operata. Le prime sedute servono ad eliminare gli edemi, a seguire un lavoro specifico sulla zona trattata con la liposuzione ai glutei. Proprio per le sue caratteristiche specifiche, il linfodrenaggio studiato per il metodo Lipolasersystem, non è un’opzione, ma è strettamente connesso alla fase postoperatoria.
Secondo il metodo di liposuzione Lipolasersystem, a distanza di almeno 7 giorni dall’intervento di liposuzione ai glutei, si raccomanda un ciclo di 10 linfodrenaggi manuali a cadenza settimanale, atti a velocizzare la guarigione e favorire l’aderenza dei tessuti. Per quanto riguarda i tempi di recupero, dopo uno o due giorni di riposo, si può riprendere la normale attività lavorativa. Chi pratica attività fisica deve attendere almeno 15-20 giorni. In ogni caso si consiglia di cominciare con delle belle passeggiate già dopo due giorni dall’intervento di liposuzione ai glutei.
La guaina postoperatoria deve essere acquistata prima dell’intervento e secondo le indicazioni del Chirurgo. Per quanto riguarda la liposuzione ai glutei, si può scegliere se indossare la guaina o le calza da 140 denari, un’alternativa decisamente meno costosa. Al termine dell’intervento di liposuzione ai glutei, l’assistente fa indossare la guaina o la calza elastica da tenere fissa il piu’ possibile, al fine di favorire la retrazione della cute. L’azione compressiva della guaina consente una guarigione più veloce: attenua il gonfiore postoperatorio e favorisce l’aderenza dei tessuti. E’ molto importante seguire le indicazioni del Chirurgo per l’acquisto della guaina: una scelta sbagliata potrebbe rallentare la guarigione.
I tempi operatori per il solo trattamento dei glutei, si aggirano attorno ai 90 minuti. Dopo l’intervento di liposuzione ai glutei, il paziente viene dimesso e, una volta rimossa la medicazione (dopo 48 ore), tornare alla propria quotidianità.

Liposuzione braccia

LIPOSUZIONE BRACCIA: I TEMPI DI RECUPERO

Il Chirurgo raccomanda almeno uno o due giorni di riposo a seguito dell’intervento di liposuzione alle braccia, trascorsi i quali è possibile riprendere la normale attività lavorativa. Per quanto riguarda l’attività fisica, assolutamente raccomandata, è possibile riprendere con le passeggiate già dopo due giorni dall’intervento, per altri tipi di allenamento è bene aspettare almeno 15-20 giorni.
Secondo il metodo di liposuzione Lipolasersystem, a distanza di almeno 7 giorni dall’intervento di liposuzione ai glutei, si raccomanda un ciclo di 10 linfodrenaggi manuali a cadenza settimanale, atti a velocizzare la guarigione e favorire l’aderenza dei tessuti. Per quanto riguarda i tempi di recupero, dopo uno o due giorni di riposo, si può riprendere la normale attività lavorativa. Chi pratica attività fisica deve attendere almeno 15-20 giorni. In ogni caso si consiglia di cominciare con delle belle passeggiate già dopo due giorni dall’intervento di liposuzione ai glutei.
La fase chirurgica dell’intervento di liposuzione alle braccia ha una durata di circa 45 minuti. Il paziente, a seguito del colloquio post operatorio con il Chirurgo, può tornare tranquillamente a casa. Si raccomanda, soprattutto in caso di leggera sedazione, di venire accompagnati.
La domanda più frequente dei pazienti che si sottopongono ad un intervento di liposuzione riguarda il grado di dolore che si può provare. La soglia del dolore è chiaramente soggettiva e gran parte dell’opera la fa la condizione mentale con cui si approccia all’evento. In ogni caso, in base alle testimonianze raccolte negli anni, si è constatato che la fase più fastidiosa della liposuzione è rappresentata dal momento dell’infiltrazione. L’infiltrazione della soluzione tumescente è un momento di breve durata, soprattutto nel caso della liposuzione delle braccia: un bruciore momentaneo assolutamente sopportabile. Nel caso di pazienti particolarmente sensibili, previa richiesta degli stessi in fase di visita preoperatoria, l’Anestesista pratica una leggera sedazione, che permette al paziente di non provare dolore rimanendo comunque sveglio e consente al personale di lavorare serenamente.

Liposuzione doppio mento

ESISTONO ALTERNATIVE VALIDE ALLA LIPOSUZIONE DEL DOPPIO MENTO?

Si sente parlare spesso di rimedi “fai da te” per eliminare il grasso a livello del mento, ma i risultati, o meglio l’assenza di risultati, devono far riflettere sulla corretta direzione da prendere. Chi soffre di doppio mento, infatti, prima di optare per la liposuzione del doppio mento, preferisce affidarsi a metodi alternativi che, per la maggior parte dei casi, si rivelano inutili dispensatori di false speranze. In prima linea, tra i metodi caserecci per eliminare il doppio mento, ci sono gli esercizi di ginnastica facciale, che, purtroppo. anziché favorire l’elasticità della pelle, peculiarità principale per la quale vengono consigliati, determinano la formazione di sgradevoli rughe d’espressione sul decolletè. Dal momento che la scarsa elasticità cutanea è indicata come una delle cause principali della formazione del doppio mento, pare possibile poter risolvere il problema avvalendosi di esercizi specifici, ma, purtroppo, oltre a non portare alla soluzione del problema, si rischia di aggiungere inestetismi alla zona sottomentoniera. Con la liposuzione del doppio mento, in particolare quella del metodo lipolasersystem, oltre ad eliminare il grasso localizzato, si ottiene un’ottima retrazione della pelle e una nuova tonicità. Un’altra proposta inflazionata per l’eliminazione del grasso dal mento sono i cosmetici “effetto lifting”, che, come la maggior parte di essi, sono validi alleati per prevenire la lassità cutanea a livello del mento o la formazione di grasso localizzato sul mento, ma non sono in grado di eliminarlo. L’utilizzo di cosmetici specifici per la soluzione di problemi legati al sovrappeso è prassi diffusa da diversi anni, perché non comporta alcun tipo di sacrificio fisico, è indolore e si presenta come una spesa irrisoria se paragonata ad un intervento chirurgico. In realtà, oltre a rappresentare una pura illusione, l’utilizzo di cosmetici definiti dimagranti, alla lunga, diventa una spesa costante senza apportare alcun miglioramento concreto. Favorire l’elasticità della pelle avvalendosi di cosmetici, può sicuramente essere utile se non la si considera una soluzione definitiva, ma un ulteriore metodo di cura del corpo non paragonabile agli effetti di una liposuzione del mento. Poi c’è la dieta localizzata, altra proposta in rilievo tra le varie soluzioni fai da te, che, in particolare nel caso del doppio mento, appare davvero utopistica, poiché se dimagrire a livello locale avvalendosi esclusivamente della dieta è un’impresa ardua, se si pensa al doppio mento, risulta pressoché impossibile. Durante la visita per la liposuzione del doppio mento, se l’inestetismo è determinato ad una condizione di obesità generale, il Chirurgo prescrive una dieta ad hoc per il/la paziente, da seguire prima e dopo l’intervento di liposuzione al doppio mento, per ottenere un miglioramento generale di fisico e salute. Eliminare il grasso a livello del collo, avvalendosi di diete, attività fisica o altri rimedi, è dunque piuttosto complicato, poichè, per agire in maniera locale e definitiva, senza rischiare di perdere peso in altre zone del corpo, è necessaria un’azione chirurgica mirata. E’ innegabile che un’alimentazione sana, l’utilizzo di cosmetici mirati e un’attività fisica costante, siano ottimi alleati per la salute generale del corpo, ma, da sole, non possono rappresentare una soluzione definitiva al problema del doppio mento.
I risultati della liposuzione al mento con la tecnica Lipolasersystem, sono apprezzabili in tempi brevi, data la dimensione ridotta della zona sottomentoniera. Il miglioramento continua fino a quattro mesi dopo l’intervento di liposuzione al mento e i risultati sono permanenti. Naturalmente, al fine di mantenere la linearità del volto, si consiglia una vita sana, che prevede alimentazione corretta, attività fisica e il consumo di almeno due litri d’acqua al giorno.

Liposuzione ginocchia

PERCHE’ SCEGLIERE IL METODO LIPOLASERSYSTEM PER LA LIPOSUZIONE ALLE GINOCCHIA?

Il metodo di liposuzione Lipolasersystem, può ottenere una serie di vantaggi rispetto ad altri tipi di liposuzione o rispetto alla laserlisi, ecco i motivi per cui sceglierlo per la liposuzione alle ginocchia: Lipolasersystem può eliminare gli accumuli di grasso localizzato; può eliminare la cellulite; prevede l’utilizzo di laser a più lunghezze d’onda; può eliminare il grasso profondo; il grasso superficiale e la cellulite; non lascia cicatrici, ma piccoli tagli che scompaiono nel giro di poco tempo; non lascia sgradevoli avvallamenti cutanei; crea un effetto lifting di oltre il 50%; il grasso viene liquefatto completamente; prevede l’aspirazione del grasso liquefatto; si avvale di microcannule; non prevede punti di sutura; si esegue in anestesia locale abbinata, se richiesto, a leggera sedazione; non lascia lividi; i tempi di recupero sono di sole 48 ore; necessita di una sola seduta. La liposuzione tradizionale invece elimina gli accumuli di grasso localizzato; non elimina la cellulite; non prevede l’utilizzo di laser; elimina il grasso profondo ma non il grassso superficiale e la cellulite; lascia cicatrici evidenti; lascia avvallamenti cutanei; non crea un effetto lifting; il grasso non viene liquefatto; prevede l’aspirazione del grasso; si avvale di cannule dal diametro grosso; lascia lividi; i tempi di recupero sono di 10 giorni; necessita di una sola seduta; richiede punti di sutura. La Laserlisi, elimina piccoli accumuli di grasso localizzato; non elimina la cellulite; prevede l’utilizzo di laser a una lunghezza d’onda; elimina il 20/25 % del grasso localizzato; non lascia cicatrici evidenti; non lascia avvallamenti cutanei; crea un moderato effetto lifting; il grasso viene liquefatto; non prevede l’aspirazione del grasso; non si avvale di cannule; lascia lividi moderati i; i tempi di recupero sono di 48 ore; necessita di almeno 3 o quattro sedute; non richiede punti di sutura.
Prendere la decisione di sottoporsi ad un intervento chirurgico, genera sempre qualche timore. Oltre alla paura per il fatto di entrare in una sala operatoria, l’ansia che qualcosa vada storto e non si ottenga il risultato desiderato non abbandona il paziente fino alla completa guarigione. Scegliere la strada della liposuzione, spesso non è la prima direzione che intraprende chi ha un problema di grasso localizzato, soprattutto se si tratta di una zona di piccole dimensioni come il ginocchio. In genere, anche per una questione di portafoglio, oltre che di ansia da bisturi, si prova a eliminare il problema avvalendosi di creme specifiche e esercizi in palestra. La fase successiva è passare a massaggi e tecniche estetiche mirati, che, nonostante diano dei risultati, richiedono una certa pazienza per poterli apprezzare e spesso si tratta solo di un miglioramento. Sono molti i motivi per cui è un’ottima idea quella di sottoporsi alla liposuzione alle ginocchia e il primo è la pura esigenza di eliminare in breve tempo un aspetto del proprio corpo vissuto come un difetto. Oltre al tempo, un altro vantaggio della liposuzione alle ginocchia è il risultato efficace: gli adipociti eliminati e livello locale tenderanno a prediligere zone diverse dal ginocchio per riprodursi. La liposuzione alle ginocchia, per la qualità del risultato, si rivela, inoltre, un risparmio rispetto all’acquisto di innumerevoli prodotti cosmetici e trattamenti estetici mirati. Se si sceglie il metodo di liposuzione giusto e ci si mette nelle mani di personale qualificato, il risultato sarà naturale, l’intervento indolore e l’attesa di apprezzare una nuova silhouette minima.
Il grasso in eccesso localizzato a livello delle ginocchia, non ha nulla a che fare con la fisicità, a meno che non si tratti di un soggetto che soffre di obesità generalizzata. E’ molto frequente che ragazze anche molto magre lamentino ginocchia tozze e, eccetto che nel caso di una corporatura dalle ossa grosse, la liposuzione alle ginocchia rappresenta l’unica soluzione. La distribuzione del grasso corporeo prevede tendenzialmente un accumulo di adipe in eccesso dalla vita in giù per le donne e dalla vita in su per gli uomini. La distribuzione del grasso corporeo localizzato, infatti, viene distinta in ginoide e androide. La distribuzione ginoide è evidente nella porzione inferiore del corpo delle donne: esse accumulano il grasso nei quadranti addominali inferiori, nella parte superiore di cosce e fianchi, a livello delle anche, sui glutei e sulle ginocchia. La distribuzione ginoide, tipica degli uomini, si manifesta su tutto l’addome, sui fianchi e sulla nuca. Altre sedi di accumulo adipose, poi, possono essere a livello della viso, nella parte esterna dello zigomo, lateralmente al solco nasolabiale e sulla guancia; sul collo, specie nella zona sottomentoniera; negli arti superiori, soprattutto per le donne, e nelle mammelle per gli uomini (definita pseudo-ginecomastia quando l’accumulo adiposo è nella regione mammaria o ginecomastia vera se costituito da tessuto mammario in eccesso). Dunque, l’accumulo del grasso in eccesso alle ginocchia, così come per le alter parti del corpo, nulla ha a che fare con il tipo di corporatura, ma si tratta semplicemente di una zona in cui è più facile si formi adipe localizzata per una donna a causa di diete sbagliate, scarsa attività fisica, dimagrimento improvviso, obesità o costituzione. La liposuzione alle ginocchia rappresenta una soluzione per tutti, data la difficoltà nel perdere peso in una zona in cui si accumula per natura grasso localizzato, impossibile da eliminare con metodi non chirurgici.
Nonostante la liposuzione alle ginocchia sia un intervento di breve durata e la quantità di grasso in eccesso sia minima, è bene conoscerne i rischi, che, tendenzialmente sono legati al tipo di tecnica utilizzato e, soprattutto all’esperienza del Chirurgo a cui ci si affida. In primo luogo, è bene che, in fase di visita, il Chirurgo analizzi attentamente il problema valutando se si tratta di grasso in eccesso o conformazione ossea grossa, informando il paziente del risultato ottenibile in base alla sua fisicità. Sempre in fase di visita, viene analizzata la gamba nel suo complesso, poiché, spesso, chi presenta grasso localizzato a livello del ginocchio, necessita di una liposuzione alle ginocchia abbinata a cosce e, a volte, anche ai polpacci per ottenere un risultato naturale. Per quanto riguarda l’intervento, la paziente deve essere informata circa la tecnica utilizzata, per mezzo di spiegazioni verbali, illustrazioni cartacee e video, e degli eventuali limiti del metodo scelto. Durante la fase chirurgica della liposuzione alle ginocchia, il Chirurgo deve prestare particolare attenzione nella regione sovra-rotulea, poichè un’eccessiva aspirazione del grasso localizzato in questa zona, può determinare una ptosi cutanea (cedimento) nella parte anteriore della coscia. Ultimo fattore di rischio, ma non per importanza, è l’utilizzo di cannule dalle dimensioni troppo grandi, che, oltre ad essere inappropriate e pericolose per una regione così piccola, portano ad un’eccessiva aspirazione di grasso e lasciano segni indesiderati.
I risultati della liposuzione alle ginocchia sono visibili dopo qualche giorno, grazie all’avanguardi della tecnica. Con Lipolasersystem, oltre a poter apprezzare il totale miglioramento delle ginocchia, si ottiene un effetto lifting che dona alla gamba una nuova armonia. L’effetto lifting è determinato dall’azione del laser, utilizzato con specifici parametri studiati appositamente per la liposuzione alle ginocchia.
La fase chirurgica dell’intervento di liposuzione alle ginocchia con il metodo Lipolasersystem, ha una durata di circa 30 minuti. Il paziente, a seguito del colloquio post operatorio con il Chirurgo, può tornare tranquillamente a casa. Si raccomanda, soprattutto in caso di leggera sedazione, di venire accompagnati.

Liposuzione caviglie e polpacci

HO CAVIGLIE E POLPACCI GROSSI: LA LIPOSUZIONE DI QUESTE ZONE E’ SUFFICIENTE O DEVO TRATTARE ANCHE ALTRE ZONE?

Chi desidera sottoporsi alla liposuzione di caviglie e polpacci, non è detto che necessiti il trattamento di altre zone, perché il grasso può localizzarsi in eccesso esclusivamente in un punto. Se il gonfiore di caviglie e ginocchia è determinato da una condizione di obesità generalizzata, il Chirurgo proporrà il trattamento di altre zone, ma la decisione spetta chiaramente alla paziente. Va da sé che se l’eccesso di adipe interessa sia gambe che cosce, la cosa migliore da fare è una liposuzione di tutte le zone in questione, al fine di ottenere un risultato ottimo nel complesso. Nulla vieta, in ogni caso, di intervenire prima su una zona e, una volta constatata l’efficacia della liposuzione a caviglie e polpacci, procedere con l’eliminazione degli altri accumuli adiposi. In sostanza, essendo ogni paziente un caso a sé, il Chirurgo, in maniera professionale e non ingolosito dalla possibilità di trattare più zone, è tenuto a fornire le soluzioni migliori per il soggetto che ha di fronte.
La liposuzione a caviglie e polpacci in genere non lascia evidenti cicatrici, anche perché le incisioni vengono eseguite alla base della caviglia. Il metodo di liposuzione a caviglie e polpacci firmato Lipolasersystem, può consentire un risultato naturale con assenza di cicatrici, perché, data la non invasività della tecnica, i piccoli tagli, visibili nel postoperatorio, tendono a riassorbirsi autonomamente, senza lasciare traccia alcuna. In generale, i segni di intervento sono dovuti all’utilizzo di cannule troppo grosse, ad una mano poco esperta, ad un’eccessiva pressione della zona e all’utilizzo di una tecnica troppo invasiva.
Una volta terminato l’intervento di liposuzione a caviglie e polpacci con il metodo Lipolasersystem, la paziente, se non è stata sottoposta a sedazione, può alzarsi, vestirsi e tornare tranquillamente a casa. In caso di leggera sedazione, l’Anestesista, una volta conclusa la liposuzione a caviglie e polpacci, si prende cura di lei e indica il tempo di permanenza necessario a riprendersi completamente per poter tornare a casa. Il Chirurgo consegna un elenco comportamentale da seguire dopo la liposuzione a caviglie e polpacci: bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno per stimolare una buona diuresi; seguire la dieta per una attenta alimentazione; conservare il protocollo del dopo intervento, su cui, oltre alle regole comportamentali, è possibile trovare tutti i numeri telefonici da contattare per eventuali urgenze. In caso di soggetto in sovrappeso, inoltre, il Chirurgo stila una dieta ipocalorica personalizzata, che la paziente deve seguire con l’obiettivo di raggiungere il peso ideale per effettuare la liposuzione a caviglie e polpacci, comprensiva di mantenimento successivo all’intervento. L’eventuale insuccesso di una liposuzione a caviglie e polpacci è generalmente legato al fatto che la strada della liposuzione non fosse adatta alla paziente in questione. Per poter ottenere dei risultati soddisfacenti con la liposuzione, infatti, è necessario che la causa del gonfiore di questa zona sia legata al reale accumulo adiposo localizzato. Nel caso di ossatura grossa o caviglie con problemi vascolari e linfatici, la liposuzione non può rappresentare una soluzione.
Come detto in precedenza, la liposuzione a caviglie e polpacci viene generalmente effettuata in anestesia locale. Si tratta di una zona abbastanza sensibile e il fastidio si prova generalmente durante la fase di infiltrazione della soluzione di Klein. Essendo una regione piuttosto piccola, il bruciore provato durante l’inoculazione è assolutamente sopportabile. Infatti, una volta conclusa questa fase, il resto del procedimento è indolore. In ogni caso, di fronte a pazienti particolarmente suscettibili, il Chirurgo, in accordo con l’Anestesista, consente una sedazione molto leggera, in modo da poter lavorare senza ostacoli e permettere alla paziente di vivere al meglio la liposuzione a caviglie e polpacci. In generale, il metodo LIpolasersystem, per le sue caratteristiche non invasive, necessita al massimo di una sedazione leggera.
La fase chirurgica dell’intervento di liposuzione a caviglie e polpacci con il metodo Lipolasersystem, ha una durata di circa 30 minuti. Il paziente, a seguito del colloquio post operatorio con il Chirurgo, può tornare tranquillamente a casa. Si raccomanda, soprattutto in caso di leggera sedazione, di venire accompagnati da qualcuno.

RICHIEDI INFORMAZIONI

Contattaci per prenotare una visita con un nostro Chirurgo plastico specialista

acconsento al trattamento dei dati personali - leggi l'informativa