Lipofilling

Cos'è il Lipofilling

Il lipofilling è una tecnica chirurgica che, grazie all’approccio poco invasivo e alla particolare procedura, viene indicato come chirurgia estetica soft.

 

La tecnica

Il lipofilling, consiste nel trapiantare il proprio tessuto adiposo per correggere e ripristinare depressioni del profilo del viso; aumentare il volume del seno; riempire avvallamenti di varia natura. Questa tecnica viene utilizzata anche come rivitalizzante del viso e per la stimolazione della ricrescita dei capelli.

Il trattamento prevede la rimozione del grasso dalla zona periombelicale, sede di maggior concentrazione di cellule staminali, e, se non sufficiente, da altri distretti corporei.
Il grasso prelevato viene analizzato e lavorato in modo da selezionare la parte di adipociti “buoni” da impiantare nella zona desiderata.
Si tratta di un lavoro di precisione, che richiede una certa preparazione da parte dell’operatore.

Una volta concluso il trattamento, è possibile tornare alla propria quotidianità, prestando particolare attenzione a non provocare pressioni sulla zona trattata.

 Zone di applicazione del Lipofilling

Esistono 4 diversi tipi di applicazione del Lipofilling

  • Lipofilling al viso
  • Lipofilling al seno
  • Lipofilling per la correzione degli avallamenti
  • Lipofilling ad azione rigenerante

 

  Lipofilling al viso

Questa tecnica è indicata per il riempimento di solchi profondi come quelli naso-labiali, per l’aumento del volume degli zigomi, per l’aumento volumetrico della regione malare, per situazioni particolari conseguenti a malattie autoimmuni con perdita di cellule adipose, nell’invecchiamento senile.
Oggi il lipofilling viene utilizzato per effettuare una ristrutturazione volumetrica di tutto il volto.

 

  Lipofilling al seno

Il lipofilling può essere una buona soluzione se si desidera aumentare leggermente il volume del seno, evitando di sottoporsi ad un intervento dal carattere invasivo e definitivo.
Oggi sono molte le donne che richiedono il lipofilling al seno, anche solo per farsi un’idea di quale potrebbe essere il loro aspetto in vista di una soluzione più incisiva.
Chiaramente, il quantitativo di adipociti innestati al seno non è in grado di soddisfare la richiesta di un volume importante.

 

  Lipofilling per la correzione degli avallamenti

Il lipofilling viene utilizzato anche nel caso di depressioni cutanee di varia natura, su tutto il corpo.
La formazione di avvallamenti a seguito di un intervento di liposuzione, ad esempio, può essere corretta con questa tecnica, restituendo armonia alla figura.
Le zone d’applicazione sono molteplici, previa valutazione dello specialista.
Anche gli avvallamenti determinati da cicatrici di varia natura, possono essere corretti tramite la tecnica del lipofilling.

 

  Lipofilling ad azione rigenerante

La tecnica del lipofilling, essendo basata sull’innesto di adipociti ricchi di cellule staminali, è in grado di agire come revitalizzante per il cuoio capelluto e per tutta l’area del viso.

 Il paziente tipo

L’età va dai trenta ai sessant’anni! Indicato per pazienti che presentano:

  • lipoatrofia (perdita di grasso) con ptosi cutanea
  • forte dimagrimento del viso
  • rughe profonde della regione naso-labiale
  • grosse cicatrici del volto

ma anche per:

  • coloro che desiderano aumentare il volume degli zigomi e dei profili del volto e per chi, raggiunta una certa età, vuole ristrutturare tutto il viso, ringiovanendolo
  • pazienti con un seno poco voluminoso
  • soggetti che presentano depressioni cutanee circoscritte

Elemento fondamentale è la presenza di grasso localizzato in eccesso, in quantità sufficiente per la zona da riempire.

I risultati

 

I risultati sono variabili e dipendono dalla percentuale di attecchimento degli adipociti (unità morfo-funzionali del tessuto adiposo, sono cellule fisse del tessuto connettivo deputate a sintetizzare, accumulare e cedere lipidi).

L’effetto può durare da alcuni mesi ad alcuni anni.

 Controindicazioni

Il carattere positivo di questa tecnica è che non si hanno effetti collaterali, se si utilizzano le normali precauzioni di sterilità, perché il materiale impiegato è autologo e, di conseguenza, non soggetto a rigetto alcuno.

L’unica variante negativa è il possibile insuccesso: la percentuale di attecchimento degli adipociti non è prevedibile. In questo caso si consiglia una seconda seduta dopo quattro o sei mesi dal trattamento.