Plexer

PLEXER: A tu per tu con la BELLEZZA… SENZA BISTURI

In una fase di ricerca della bellezza “al naturale”, che mantenga vive le caratteristiche di ognuno nonostante l’inesorabile passare del tempo, il paziente si aspetta dalla medicina estetica una risposta esaustiva delle aspettative, ma delicata. Una proposta alternativa al bisturi, che possa attenuare in maniera naturale e poco invasiva, i segni dell’invecchiamento.
Premettendo che la bacchetta magica non esiste, le risposte non chirurgiche ai segni del tempo, in particolare sul volto, sono numerose. 
Merita qualche approfondimento il PLEXER, un macchinario che, negli ultimi tempi, sta destando parecchio interesse.
Plexer è conosciuto soprattutto come proposta non chirurgica alla blefaroplastica: non un’alternativa, sia chiaro, ma una soluzione meno invasiva e impegnativa all’invecchiamento della zona perioculare.
Una tecnica che sposa la richiesta sempre maggiore di non utilizzare il bisturi per contrastare i segni del tempo, che si avvale di un certo numero di sedute per ottenere risultati soddisfacenti.
Naturalmente, il paziente deve essere messo al corrente che è impensabile raggiungere gli stessi risultati di un intervento di chirurgia estetica, ma, se la volontà è quella di ottenere un miglioramento graduale e non invasivo, Plexer è la risposta migliore.

DI COSA SI TRATTA

Il Plexer, generatore elettronico di plasma, lavora per sublimazione (evaporazione istantanea) di aree puntiformi, meno di un millimetro quadrato, della pelle: quando il raggio di micro-plasma raggiunge l’epidermide, favorisce la formazione di nuovo collagene e il conseguente rinnovamento dei tessuti.
In poche sedute, si va da un minimo di due a un massimo di quattro, una volta al mese, il trattamento con Plexer tende e leviga la pelle del viso e del corpo determinando un evidente ringiovanimento e tonicità dei tessuti.
Il trattamento con metodica Plexer, non prevede l’infiltrazione di anestetico, ma solo l’applicazione di una crema anestetica, non sono richiesti punti di sutura, nè medicazioni particolari.
Risulta fondamentale seguire le indicazioni del Medico, circa la gestione post trattamento, al fine di ottenere una guarigione ottimale.
 


 

PLEXER per la BLEFAROPLASTICA NON CHIRURGICA

La blefaroplastica non chirurgica è uno dei trattamenti più richiesti negli ultimi tempi. 
Il trattamento con Plexer, chiamato blefaroplastica non ablativa, permette di migliorare la cute palpebrale, senza l’ausilio di bisturi: un intervento indolore, senza punti di sutura nè anestesia, che ridona luminosità allo sguardo, riducendo l’eccesso di pelle nella zona perioculare.
La tecnica consiste nella pratica di piccole ustioni, che determinano l’accorciamento della cute in eccesso a livello perioculare e la scomparsa delle rughe periorbitarie.
La durata del trattamento varia da caso a caso.
Le piccole crosticine residue si risolvono nel giro di una settimana circa.
Dal giorno successivo alla blefaroplastica non ablativa, “le ferite” possono essere mascherate con un leggero strato di trucco. 
Si raccomanda di utilizzare un filtro solare a protezione totale e di astenersi dall'esposizione solare per almeno un mese dopo l'intervento.
Il numero di sedute, necessarie per ottenere risultati soddisfacenti, dipende dalla condizione di partenza e dalla risposta del singolo alle stimolazioni del macchinario.
Dopo la prima seduta, il Chirurgo valuterà, a distanza di un mese, quante sedute sono necessarie per arrivare all’obiettivo.
In genere si preferisce suddividere l’intervento in più incontri per evitare la comparsa di un edema esteso.

LA SEDUTA

Il trattamento consiste in delle micro sublimazioni a livello della zona interessata: il calore sviluppato elimina i corneociti superficiali, senza coinvolgere assolutamente i tessuti sottostanti. Per questo motivo, il medico può intervenire anche a livello delle palpebre superiori e inferiori.
La procedura di sublimazione, provoca una contrazione del primo strato di cute, riducendo la pelle in eccesso.
Il trattamento ai svolge in ambito ambulatoriale.

IL CAMPO D’AZIONE

Oltre alla blefaroplastica non chirurgica, trattamento grazie al quale ha ottenuto diversi consensi da parte dei pazienti, Plexer viene utilizzato anche per i seguenti inestetismi, con risultati molto soddisfacenti:

  -  Smagliature
  -  Acne
  -  Cicatrici
  -  Ipercheratosi
  -  Macchie
  -  Verruche
  -  Fibromi
  -  Nei
  -  Xantelasmi
  -  Lifting viso, collo, corpo
  -  Blefaroplastica non chirurgica
  -  Rughe

I COSTI

Data la vastità di trattamenti eseguibili con Plexer, non è possibile indicare un unico costo per tutti.
A livello generico, si va da un minimo di 250 euro a seduta, ma dipende da caso a caso.
Per questo motivo è possibile effettuare una visita conoscitiva gratuita con i Medici de L’Equipe, che, in base alla situazione di partenza, creeranno un pacchetto dedicato al paziente.

whtasapp
whtasapp
email